Un bicchiere di acqua calda e limone al giorno…

 

Vuoi disintossicarti, accelerare il metabolismo e sciogliere i chili di troppo più velocemente? Easy! Basta sorseggiare un bicchiere di acqua calda e limone appena alzati.

Wait, wait, wait….wait a minute! Tutti questi benefici sono reali o rientrano nella categoria pseudobufale del web? 🤔

Diamo uno sguardo più attento a ciò che bere acqua calda e limone può (e non può) fare per la nostra salute.

  • Azione disintossicante.

Secondo il web siamo tutti intossicati. Basta cercare su Google la parola DETOX per avere più di 77 milioni di risultati in 0,35 secondi. Sembra quasi che la maggior parte delle persone sia ormai sprovvista di fegato, reni, pelle e polmoni; organi che, costantemente, lavorano per eliminare tossine e sostanze chimiche, sia naturali che di sintesi, che altrimenti potrebbero danneggiare la nostra salute.

Quanto può effettivamente incidere un bicchiere di acqua calda e limone, lo quantificherei con una percentuale pari alla ripresa economica italiana. (Decidete voi gli zero dopo la virgola.)

Detox: termine pseudo tecnico utilizzato in strategie di marketing per il trattamento di condizioni inesistenti .

La base di questa argomentazione si trova in realtà nel limonene, un composto presente nella buccia del limone che, in topi da laboratorio, ha effettivamente dimostrato essere capace di aumentare la produzione di alcuni enzimi epatici coinvolti nella disintossicazione.

By the way, la quantità di limonene contenuta in un bicchiere di acqua e limone sarà davvero così rilevante per poter ottenere un benché minimo effetto sui nostri enzimi epatici? Concedetemi il beneficio del dubbio. =)

  • Azione alcalinizzante.

La dieta alcalina va tanto di moda. Sorvolando sul fatto che il suo inventore (nonché autore di diversi libri sul tema) è stato arrestato per esercizio abusivo della professione medica, truffa ed altri 16 reati; sarà vero che “alcalinizzando l’organismo” si vive meglio?

Ale ma dieta alcalina nel senso che se mangio le pile alcaline sto che è una meraviglia? Che intendi con alcalina? Spiegami un attimo.

Iniziamo con il dire che ogni soluzione ha un suo valore di pH (una scala di misura dell’acidità o della basicità di un composto). Questa scala va da 0 a 14; 0 per gli acidi più forti fino a 14 che rappresenta il massimo dell’alcalinità. Il valore intermedio della scala, il 7 o neutro, è quello dell’acqua distillata.

Il sangue ha un pH fisiologico che è compreso tra 7,38 e 7,42. Questo viene mantenuto tale per mezzo di meccanismi automatici basati sulla respirazione e, in misura minore, dall’attività dei reni. Il corpo fa di tutto per evitare questi minimi sbalzi, tuttavia, nel caso in cui qualcosa non dovesse funzionare esso entra in uno stato di acidosi metabolica o, al contrario, di alcalosi metabolica che rischia di portare alla morte in breve tempo.

A seconda del tipo di dieta è possibile alzare o abbassare il pH di saliva e urine, ma, (ricordatelo), non del sangue o del resto dell’organismo.

Per quanto riguarda l’effetto antitumorale della dieta alcalina invece, ecco qui il link e la spiegazione direttamente dal sito dell’AIRC.  Ubi maior…

  • Azione dimagrante.

Bere acqua calda e limone fa perdere peso? Secondo l’Academy of Nutrition and Dietetic, no. Tuttavia, se questa bevanda viene consumata come sostituto naturale di una bibita ad alto contenuto calorico, es. caffè molto zuccherato, succo di frutta (10% frutta 90% zuccheri) o Estathè allora magari si, direi di si.

Da notare inoltre che per aiutarci a perdere qualche Kg di troppo basterebbe bere di più. Acqua, si intende. 😉 La buona idratazione sembrerebbe infatti avere un effetto positivo sul nostro peso, appetito e termogenesi.

  • Buona fonte di Vitamina C

Buona ma non buonissima. Ne abbiamo dai 30 ai 50 mg per limone. Ne avremmo molta di più in rucola e peperoni. A questo proposito, nell’area riservata troverete un documento molto utile che correla vitamine con relative fonti vegetali. 🤓

Se l’intento è quello di prevenire il raffreddore sappiate anche che alcuni studi scientifici suggeriscono che la vitamina C, in realtà, NON previene l’insorgenza dei sintomi. Il rischio di sviluppare il raffreddore, assumendo la vitamina C, risulta invece ridotto (di un 50%) solamente in un sottogruppo di persone che vivono in condizioni climatiche estreme o soldati, sciatori o maratoneti.

Detto questo però, se volete continuare ad utilizzare questo rimedio per bere di più, assumere spezie benefiche come zenzero curcuma o cannella, aiutarvi in caso di difficoltà digestive, assorbire più Ferro dagli alimenti, incrementare la vostra dose giornaliera di vitamina C e sali minerali o più semplicemente perché vi fa sentire meglio, ben venga.

Attenzione al dentista però. Bere acqua calda e limone, alla lunga, danneggia lo smalto dei denti e potrebbe miracolosamente snellire il vostro portafogli. In caso, molto meglio utilizzare una cannuccia. 😉

“I believe when life gives you lemons (aka troubles), you should make lemonade…and try to find someone whose life has given them vodka, and have a party.” 🍸🍸🍸
― Ron White

Buona Domenica,

Alessandra.